L’installazione di telecamere senza accordo coi sindacati costituisce reato

Secondo la Corte di Cassazione anche con il Jobs Act rimane reato installare telecamere per il monitoraggio dell’attività del lavoratore senza l’accordo con i sindacati ed in mancanza di un provvedimento della DTL in quanto, seppure è legittima la tutela del patrimonio aziendale, la vigilanza va mantenuta in una dimensione umana.

INL Ispettorato Nazionale del Lavoro

È presente ed attivo all’indirizzo www.ispettorato.gov.it il sito del nuovo Ispettorato nazionale del lavoro, l’agenzia unica per le ispezioni del lavoro che accorpa gli uffici e le risorse di Ministero del lavoro, Inps e Inail, istituita dal D.Lgs. 149/2015

Niente bonus assunzioni per violazione delle norme sulla sicurezza

La sentenza si riferisce ancora al “vecchio” bonus per l’incremento occupazionale previsto dalla Legge 388/200 Art. 7, ma certamente costituisce un principio che va sempre più delineandosi: la mancata corretta gestione della sicurezza sul lavoro comporta sanzioni dirette, ma fa venir meno molti benefici o tipologie contrattuali.

Videosorveglianza senza autorizzazione: reato per violazione riservatezza

La Corte di Cassazione, Sezione Penale, con sentenza 26 ottobre 2016, n. 45198, ha stabilito che è tuttora reato predisporre, senza la necessaria procedura preventiva, apparecchiature idonee a controllare a distanza l’attività dei lavoratori, anche se le stesse non vengono effettivamente utilizzate. Si tratta, infatti, di un reato di pericolo, essendo diretto a salvaguardare le possibili lesioni della riservatezza dei lavoratori.

Ingiuria, diffamazione, calunnia

Il reato di ingiuria (art. 594 c.p.), commesso da chi offende l'onore o il decoro di una persona presente, è stato depenalizzato dal decreto legislativo n. 7 del 2016: oggi è prevista una pena pecuniaria a partire da € 100,00.

Commette invece il reato di diffamazione(art. 595 c.p.) chi offende l'altrui reputazione in assenza della persona offesa, ed in presenza di almeno due persone. La pena è della reclusione fino ad un anno e della multa fino a € 1032,91.

VOUCHER 18 10 2016

Voucher ultime notizie - 18 10 2016
In data di ieri (ore 13:30) il Nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro ha emanato la circolare 01/2016 relativa alle modalità di comunicazione dell’utilizzo dei voucher.

Voucher - comunicazioni prima dell'inizio della prestazione

E’ stato pubblicato venerdì scorso 7 ottobre, in Gazzetta Ufficiale, un decreto correttivo del Jobs Act immediatamente operativo. Sono modificate anche le modalità di utilizzo dei Voucher, in particolare relativamente alle comunicazioni agli enti.

Il decreto prevede si dia comunicazione della prestazione lavorativa all’Ispettorato Nazionale del Lavoro (nuovo ente che riunisce i vecchi ispettorati) almeno 60 minuti prima dell’inizio di ciascuna prestazione.

Consulente in ferie

In allegato le istruzioni per provvedere in autonomia all'invio di denunce di infortunio, di assunzione di nuovo personale o di cessazione di rapporto di lavoro.

PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI E MANCATA CORRESPONSIONE RETRIBUZIONI

PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI E MANCATA CORRESPONSIONE RETRIBUZIONI
Può accadere che le aziende provvedano al pagamento dei contributi INPS (ad esempio al fine di ottenere il DURC) ma non riescano a corrispondere ai lavoratori le retribuzioni.

Ricerca personale: information tecnology

Lo Studio ricerca Informatico per assunzione a tempo determinato/indeterminato previo superamento periodo di prova.

Costituiscono titolo preferenziale le seguenti conoscenze:
. programmazione ; PHP, MySQL, HTML, Javascript (preferibile anche C# .NET)
. sistemistica generale c/proprio e clienti
. personalizzazione software opensource c/proprio e clienti.

Pagine

Subscribe to Studio De Ambrogio e Ghirardini RSS